Scuola paritaria

Le scuole paritarie sono scuole la cui gestione è affidata a soggetti diversi da quelli statali, che si impegnano a contribuire alla realizzazione della finalità di istruzione ed educazione che la Costituzione assegna alla scuola e ottengono il riconoscimento della parità scolastica con le scuole statali. Le scuole paritarie si inseriscono nel sistema nazionale di istruzione e rilasciano titoli di studio aventi lo stesso valore legale dei titoli rilasciati dalle scuole statali.

Secondo la Legge 10 marzo 2000, n. 62, alle scuole paritarie private è assicurata piena libertà per quanto concerne l’orientamento culturale e l’indirizzo pedagogico-didattico. Tenuto conto del progetto educativo della scuola, l’insegnamento è improntato ai principi di libertà stabiliti dalla Costituzione repubblicana. Le scuole paritarie, svolgendo un servizio pubblico, accolgono chiunque, accettandone il progetto educativo, richieda di iscriversi, compresi gli alunni e gli studenti con handicap. Il progetto educativo indica l’eventuale ispirazione di carattere culturale e religioso.

Non sono comunque obbligatorie per gli alunni le attività extra-curriculari che presuppongono o esigono l’adesione ad una determinata ideologia o confessione religiosa.

La parità è riconosciuta alle scuole non statali che ne fanno richiesta e che, in possesso dei seguenti requisiti, si impegnano espressamente a date attuazione a quanto previsto dai commi 2 e 3:

un progetto educativo in armonia con i principi della Costituzione; un piano dell’offerta formativa conforme agli ordinamenti e alle disposizioni vigenti; attestazione della titolarità della gestione e la pubblicità dei bilanci; 

  1. la disponibilità di locali, arredi e attrezzature didattiche propri del tipo di scuola e conformi alle norme vigenti; 
  2. l’istituzione e il funzionamento degli organi collegiali improntati alla partecipazione democratica; 
  3. l’iscrizione alla scuola per tutti gli studenti i cui genitori ne facciano richiesta, purché in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione alla classe che essi intendono frequentare;
  4. l’applicazione delle norme vigenti in materia di inserimento di studenti con handicap o in condizioni di svantaggio; 
  5. l’organica costituzione di corsi completi: non può essere riconosciuta la parità a singole classi, tranne che in fase di istituzione di nuovi corsi completi, ad iniziare dalla prima classe; 
  6. personale docente fornito del titolo di abilitazione; 
  7. contratti individuali di lavoro per personale dirigente e insegnante che rispettino i contratti collettivi nazionali di settore.

Le istituzioni di cui ai commi 2 e 3 sono soggette alla valutazione dei processi e degli esiti da parte del sistema nazionale di valutazione secondo gli standard stabiliti dagli ordinamenti vigenti. Tali istituzioni, in misura non superiore a un quarto delle prestazioni complessive, possono avvalersi di prestazioni volontarie di personale docente purché fornito di relativi titoli scientifici e professionali ovvero ricorrere anche a contratti di prestazione d’opera di personale fornito dei necessari requisiti.

Il Ministero della pubblica istruzione accerta l’originario possesso e la permanenza dei requisiti per il riconoscimento della parità.

Corso analisi delle acque

In questi ultimi anni classi del triennio del Liceo Scientifico hanno partecipato ad una serie di corsi presso il laboratorio chimico dello "Studio Tecnico Mario Cuzzolin". Tali corsi sono tenuti dal dott. Luciano Caldera e dal dott. Roberto Mian, chimici analitici dipendenti dello Studio Tecnico.

Al termine, ai ragazzi viene consegnato un attestato di frequenza.

 

ANALISI SULLE ACQUE

In questi due corsi gli studenti hanno la possibilità di conoscere ed effettuare personalmente analisi tradizionali e strumentali, utilizzando anche la strumentazione professionale dello Studio Tecnico, in particolare lo spettrofotometro in assorbimento ed in emissione atomica:

Spettrofotometro

 

 

Per quanto riguarda le acque, le analisi effettuate sono relative ad acque ad uso potabile, ad acque ambientali e a reflui.

Più in dettaglio, i contenuti sono i seguenti:

  • misure di conducibilità specifica
  • determinazione della durezza (totale, permanente e temporanea): metodo complessometrico con EDTA
  • determinazione del Na+ e del K+ : spettrofotometria in emissione di fiamma
  • determinazione del Ca2+ e del ferro: spettrofotometria in assorbimento atomico
  • determinazione dell'ossigeno disciolto: metodo ossidimetrico Winkler
  • determinazione del COD

 

O2 1
O2 2
O2 3
CrVI 1
COD
Antiox 1
Antiox 2
Antiox 3
Carotene Estrattore Soxhlet
Carotene Separazione Beta Carotene

Teatro

Dopo il successo dell'anno scorso, l'8 giugno alle ore 20:30 vi aspettiamo numerosi presso il Collegio Salesiano Astori per assistere allo spettacolo: "Assassinio sull'Orient Express"

Allegati
Download this file (BIBLIOTECA.pdf)iscrizione teatro e canto[ ]437 kB
Download this file (Teatro.pdf)Invito[ ]86 kB
Leggi tutto

Corso analisi chimica acciai

Analisi chimica di acciai

Il corso si prefigge di fornire agli allievi una sensibilizzazione e una serie di competenze rispetto alle problematiche inerenti all'analisi chimica di una lega metallica.

In generale il corso permette di conoscere l'iter seguito da un laboratorio, dalle modalità di prelievo del campione alle metodiche di analisi classiche e strumentali, all'espressione dei risultati finali, alla individuazione delle fonti di incertezza di misura.

In particolare vengono esemplificati i metodi classici (analisi ponderale e volumetrica) e i moderni metodi strumentali quali la spettrofotometria in assorbimento atomico, molecolare e la spettrofotometria ottica in emissione.

Nell'ambito dello svolgimento di queste prove, gli allievi vengono a conoscenza dell'uso dei campioni di riferimento certificati e delle norme europee riguardanti la classificazione dei materiali e le modalità di esecuzione delle prove.

Tutta l'attività è impostata secondo quanto previsto per un laboratorio accreditato ACCREDIA secondo la norma UNI EN 17025 qual  è appunto lo "Studio Tecnico Mario Cuzzolin" presso cui viene svolto il corso.

 

Contenuti:

  • Metodi utilizzati per l'analisi chimica.
  • Certificazione e accreditamento dei laboratori di analisi.
  • Determinazione della % di Ni in un acciaio inox per via umida, metodo ponderale.
  • Determinazione della % di Mn in un acciaio al carbonio per via umida con titolazione.
  • Metodi strumentali di analisi chimica.
  • Assorbimento ed emissione; schema dello spettrofotometro in assorbimento atomico.
  • Determinazione della % di Cr e di Mo in un acciaio inox con metodica in assorbimento atomico.
  • Analisi chimica in emissione; quantometro: schema ottico e taratura.
  • Determinazione dei vari elementi di una lega base ferro con il quantometro.
  • Prove di corrosione.
  • Determinazione dello spessore di una zincatura.

Dipartimenti e commissioni

I Dipartimenti disciplinari e le commissioni sono formati da gruppi di insegnanti che si occupano di progettare, programmare, garantire l’attuazione delle iniziative inerenti l’azione educativa (le commissioni) e didattica (i dipartimenti).
Ognuna delle realtà suddette è presieduta dal coordinatore educativo-didattico, che può comunque delegarne la conduzione a docenti da lui designati, in accordo con il direttore della casa.
Il dipartimento disciplinare è composto da tutti i docenti delle discipline d’ambito.

Tante, sono le competenze dei Dipartimenti, tra cui alcune importantissime:

  • la definizione degli obiettivi, l'articolazione didattica della disciplina e i criteri di valutazione
  • la costruzione di un archivio di verifiche
  • la scelta dei libri di testo e dei materiali didattici
  • la scelta delle modalità di verifica e la creazione di verifiche comuni
  • il confronto aperto e condiviso delle diverse proposte didattiche dei docenti riguardo alla didattica della disciplina
  • il lavoro di ricerca e autoaggiornamento nell'ottica di proposte di innovazione
  • la promozione e la condivisione di proposte per l’aggiornamento e la formazione del personale
  • la promozione, la sperimentazione di metodologie didattiche plurime, adeguate alle diverse situazioni

Le commissioni invece, coordinate da un docente nominato dal Direttore, si occupano di coordinare le attività educative quali l’organizzazione delle uscite didattiche, l’innovazione tecnologica, l’arricchimento dell’offerta formativa, del gruppo di lavoro per l'inclusività, l’accoglienza e l’orientamento.

Logo

Indirizzo

Via Marconi, 22
31021 Mogliano Veneto (TV)

Contattaci

Tel: 041.5987111 Fax: 041.5903042
Email: astori@astori.it